LA PREPARAZIONE ESTIVA PER UNA GRANDE STAGIONE AUTUNNALE

correre estate

Preparazione estiva per la corsa

Arrivato giugno molti runner guardano il loro calendario di gare e vedono che ci sono pagine e pagine bianche. In verità oggi il calendario di gare in Italia è 365 giorni l’anno. Finiscono le Maratone (a parte qualche eco maratona in altura) e le mezze (qualcuna in più delle 42 si trova), fioriscono i trail in altura (non parliamo poi dello sky running, in cui non ci si può inventare senza un’adeguata preparazione fisica e tecnica) e le podistiche estive serali, con distanze massime, tolta qualche eccezione, intorno ai 15 km.

Così molti pensano già alle sfide per l’autunno, molti si sono già iscritti alla Maratone italiane e non. Probabilmente Berlino e NYC per l’estero sono quelle con più adesioni, in Italia Firenze, Venezia, Torino, Ravenna, Maratona Alzheimer, Reggio Emilia, e tante altre (non è mia intenzione di fare torto ad altre, sono solo esempi).

Come organizzarsi d’estate per le corse in autunno

Si pongono alcune questioni per il runner che deve allenarsi d’estate, soprattutto per chi ha fissato il proprio obiettivo,  in termini di prestazioni, in settembre fino a metà ottobre:
  • La classica preparazione di 12 settimane coincide con un periodo molto caldo in cui è più difficile allenarsi con la corsa.
  • La preparazione si sovrappone con le ferie da dedicare alla famiglia: paradossalmente quando si ha più tempo, ma saltano