OXYBURN COMPRESSIONE MADE IN ITALY

OXYBURN MAGLIA COMPRESSIVA

Oxyburn abbigliamento tecnico sportivo

Ho avuto modo di testare l’abbigliamento  prodotto da Oxyburn, nome anglofono, ma anima completamente italiana, con le radici in un territorio dove il lavoro non spaventa di certo, la provincia bresciana.

Ho testato la maglia Drop e gli Short Axo, entrambi in polipropilene Dryarn (prodotti da azienda trentina), microfibra leggerissima che utilizzo da anni e che ho sempre apprezzato per una compressione media, che sostiene senza costringere, isolante e che ti tiene asciutto durante l’attività sportiva.

Ho corso più volte con la maglia Drop, prima di scrivere questa recensione, sia in giornate fresche, che più fredde e sono rimasto piacevolmente colpito. Ho ritrovato quello che spero sempre di avere come impressione da una maglia compressiva: supporto, senza essere stritolato, pelle asciutta e regolazione costante della temperatura. La maglia Drop ha una compressione graduale attiva. La compressione dovrebbe favorire la velocità del flusso ematico e quindi sia la performance che il recupero. Questo è più difficile comprenderlo da qualche uscita di corsa e verificarne i risultati, ma quello che posso assicurare, e di questo la performance ne beneficia, è l’estrema comodità che ho provato, la sensazione di supporto e leggerezza. Inoltre dopo un’ora e mezza di corsa ero ancora asciutto, non ho sofferto ne caldo, ne freddo, con una regolazione della temperatura che ha davvero funzionato.

Oxyburn r451

Insieme alla maglia ho testato gli Short Axo, non indosso spesso pantaloncini compressivi, mi piace sentire la gamba libera, ma devo dire che la compressione graduale e il tessuto che ha lasciato la gamba asciutta, me li ha fatti apprezzare molto. Buona sensazione di controllo, leggerezza, il pantalone fermo sulla gamba senza costringere, mi ha fatto dimenticare di averlo addosso. Penso che gli Axo possano essere un’ottima soluzione soprattutto nel caso di uscite lunghe, in periodi freddi per chi non ama i pantaloni lunghi, ma anche in giornate calde per restare asciutti, quando alcuni tipi di pantaloncini si appesantiscono del sudore prodotto (promettono di essere funzionali tra temperatura di 0° e 40°c). Inoltre li vedo bene come pantaloncini da mettere sotto ad altri pantaloni, anche in caso di altri sport, come ad esempio lo sci. Sicuramente la compressione, per un runner, è ancora più utile sulla gamba, dove la necessità di migliorare la circolazione e l’ossigenazione muscolare è  più importante.

Oxyburn_Axo_Shorts

Oxyburn tante tecnologie

I capi di abbigliamento Oxyburn che ho testato sono solo un assaggio delle tante proposte di Oxyburn, che incontrano le opportunità di protezione, gestione della temperatura, performance e comodità

Per saperne di più potete visitare il sito cliccando qui 

 

Simone

Runner 451

#Runner451 #Runnerconsapevoliefelici