LA MARATONA IN ITALIA PARLANO I NUMERI – ANALISI RUNNER 451

numeri maratona italia 2018

I numeri 2018 della Maratona in Italia

Grazie all’ottimo lavoro di CORRERE, che ogni anno fa un gran lavoro di collettazione e analisi dei dati dell’anno appena terminato, anche quest’anno abbiamo dati interessati sulla Maratona in Italia, che potete consultare direttamente acquistando la rivista nell’edizione di Febbraio, che ha nell’allegato MAXI MARATONA 218 pagine con tutti i dati e l’elenco di tutti gli italiani che hanno concluso la Maratona (vale la pena averla anche solo se avete partecipato per conservarla negli anni).
I numeri hanno una cosa che adoro, hanno sempre ragione. Puoi metterci dei se e dei ma, ma alla fine sono li, scolpiti sulla pietra. Certo i politici non sono d’accordo con questa affermazione, tendono  a leggere i dati confrontandoli con termini di paragone ampiamente soggettivi, ma questo è un altro discorso.
E’ importante analizzare i numeri per capire che segnali ci danno e non fermarsi al primo dato che balza all’occhio: i partecipanti delle maratone calano del 4% rispetto al 2017, con un dato inferiore agli ultimi 4 anni. Un numero che fa riflettere, ma che non è sufficiente a raccontare il fenomeno maratona in Italia e per gli italiani. In ogni caso sono ben 37.874 le persone che in Italia hanno tagliato il traguardo braccia al cielo.
maratona italia 2018
FONTE MAXIMARATONA

I numeri della maratona è in calo, il running sta frenando?

La Maratona è solo uno degli aspetti del running, non esaustivo nel raccontarlo, in ogni caso osservando il grafico dei dati degli ultimi 15 anni possiamo notare alcune cose:
  • In 15 anni il numero dei maratoneti in un anno è cresciuto più del 50%
  • Ci sono stati altri anni in cui il fenomeno della crescita ha avuto una battuta di arresto in questa linea nel tempo. Nel 2009 (anno nero della crisi iniziata nel 2008), nel 2012 (altro anno complicato economicamente parlando). Può esserci una ragione economica in questa frenata del 2018? Forse, ma non solo
  • La crescita dei maratoneti degli ultimi di anni è stata meno accentuata e in tutte le crescite ci sono dei momenti di stabilizzazione, con alti e bassi. Inoltre sta aumentando la cultura e le competenze di chi corre e sono sempre meno i “nuovi runner” che dopo pochi mesi di corsa si buttano sulla Maratona,  l’approccio è  più graduale (come diciamo noi di Runner 451 #runnerconsapevoliefelici) e corretto.
  • Chi ha già partecipato ad una Maratona sa quanto è impegnativo e probabilmente non ha lo stimolo o la possibilità di prepararne una ogni anno.
Un altro punto importante, non suffragabile dai numeri, ma che possiamo dare come plausibile è che dopo il moltiplicarsi di maratone negli scorsi anni, diverse non esistono più, sono cresciuti invece altri eventi su distanze diverse. Non parlo delle ultra (che presumibilmente prevede la partecipazione di una Maratona nella preparazione) ma parlo di distanze minori più facili da organizzare, che possono avere attirato maggiormente i runner. Stessa cosa può essere individuabile nella crescita di persone che dalla strada sono passate al trail.
maratoneti italiane nel mondo
FONTE MAXIMARATONA

Non solo numeri in calo nelle maratone in Italia

Il numero di donne, di Maratonete continua a crescere, una crescita che prosegue ininterrottamente dal 2013. Nel 2018 le runner che hanno tagliato il traguardo della 42,195 km sono 6.871. In un paio d’anni sono pronto a scommettere che il numero supererà i 10.000.
Crescono anche i runner che scelgono di gareggiare all’estero. Il Running è sempre più “una scusa” per visitare l’estero (oppure i runner usano la scusa del viaggio all’estero per convincere la famiglia a seguirli). L’idea di sfilare su strade di città lontane e incredibili, come Ney York, Chicago o Tokjo, come la ricerca delle gare più veloci,  Berlino, oppure andare nelle Capitali Europee più importanti ,come Londra e Parigi, attira sempre di più i nostri Runner. Le vacanze con la corsa, come le nostre Runner 451 Experience, prendono sempre più piede: unire sport, cultura, enogastronomia, viaggi, con un programma che renda felici i runner e tutta la famiglia, che dia la possibilità di conoscere nuovi amici facendo la cosa che piace di più è il futuro.

Come stanno le Maratone italiane

Se calano i maratoneti italiani, crescono i maratoneti italiani all’estero, o crescono i runner esteri che corrono le maratone italiane, oppure… oppure c’è da ritornare sul discorso del perché è complicato per gli stranieri partecipare in Italia, oppure perché a volte partecipare in Italia, parlando del pacchetto completo hotel pettorale e viaggio per raggiungere la meta, costi come certe gare estere o di come la logistica della gara non sempre soddisfi chi corre.
Spezzo una lancia verso le gare di casa nostra: noto che con le organizzazioni interne siamo sempre più severi nel giudicarle rispetto alle gare estere. Penso alla polemica per la medaglia di Firenze, come per le magliette di altre gare (quando all’estero spesso la maglietta non c’è nemmeno e il pacco gara è inesistente). Noi italiani siamo così (scusate se faccio di tutta l’erba un fascio, non mi piace), in Italia ci lamentiamo di tutto, andiamo all’estero e ci incazziamo se non sanno fare la carbonara.
Spezzata la lancia, è da sottolineare come in tanti casi ci sia del lavoro da fare.
Tornando ai numeri le riflessioni da fare ci sono, i numeri sono in calo e chi è in leggera crescita non può gioire. I motivi non possono essere legati solo al calo delle Maratone in generale, perché il dato in crescita degli italiani all’estero (dopo la fuga dei cervelli, la fuga dei runner) deve far pensare.
classifica maratone italiane
FONTE MAXIMARATONA
I Runner non “arrivano da soli”, è chiaro che nella scelta ampia (gli italiani hanno partecipato a 104 maratone e 126 maratone all’estero), bisogna distinguersi. Non basta promuovere gli scaglioni delle tariffe, gli sconti, i pacchi gara. Bisogna proporre esperienze, che abbraccino i runner e gli accompagnatori. Le gare che crescono sono quelle che investono su:
  • Eventi collaterali che coinvolgano tutta la famiglia
  • Curano l’ospitalità e i pacchetti
  • Si “fanno il mazzo” andando in tante altre gare a promuoversi
  • Creano un racconto intorno alla gara,
  • Creano un contatto diretto con chi li segue, non si ricordano dei runner solo comunicando scaglioni iscrizioni e iniziative degli sponsor, ma interagiscono sui social, newsletter
  • Customer office efficace (quando c’è)
Chiaramente certe gare devono fare i conti con il periodo (penso al gran caldo dell’estate 2018 e le gare che si sono disputate tra luglio e settembre) e anche con la concorrenza interna di competizioni su altre distanze, dato che molte gare (e secondo me è un plus) propongono anche la mezza maratona e altre distanze.
Su Maximaratona trovate la classifica completa delle Maratone italiane per numero di arrivati e numero di arrivati italiani.
Simone
Runner 451