MAGNIFLY 2 TOPO ATHLETIC - TEST E RECENSIONE

Magnifly 2 Topo Athletic

MAGNIFLY 2 TOPO ATHLETIC

La seconda edizione delle Magnifly 2 di Topo Athletic sono  una bella sorpresa. Scarpe che possiamo inserire nella categoria "natural running", anche se non propriamente minimalista, ne massimalista, come vedremo, in linea con la filosofia di Tony Post (in fondo all'articolo trovate la storia ), fondatore del Brand Topo Athletic.

Magnifly 2  - Anatomia della Scarpa

La misura che ho provato è la 43 e corrisponde a 299 grammi di peso, la misura campione è di 283 grammi. Drop zero e altezza della suola di 25 mm. Tomaia in mesh traspirante con rinforzi. Un controtallone abbastanza rigido, che non sempre si trova in scarpe della categoria natural.


L’intersuola in EVA iniettata a doppia densità: uno strato di schiuma più morbido vicino al piede e uno strato più rigido nella parte a contatto con il terreno.

Molto interessante la forma della suola, la caratteristica suola Toe Rocker, che presenta una curvatura più lunga della punta, che dall’avampiede arriva alle dita, per agevolare la rullata completa del piede.

Battistrada presenta delle parti più dure nei punti di maggiore contatto (quelle in nero), nel pieno rispetto della corsa natural. Lo stacco e la spinta oltre che dalla forma della suola sono favoriti dagli intagli orizzontali nell'avampiede che aumentano la flessibilità.
Magnifly 2 Topo Athletic


Magnifly 2 la prova

Appena indossate le Magnifly si percepisce un bel senso di libertà per le dita, grazie allo spazio largo  nell'avampiede e nel contempo il piede avvolto sul dorso e stabile nel tallone, grazie al disegno, la buona allacciatura e al controtallone rigido. 
La scarpa è presente, non è leggerissima, ma nemmeno pesante durante la corsa, si muove fluida. Molto piacevole come la curva della suola accompagna il piede senza far fatica, facilitando una migliore tecnica di corsa. 
L'ammortizzazione è molto buona. La parte morbida dell'intersuola si fa apprezzare, dando morbidezza alla corsa, la reattività, che dovrebbe essere presente grazie alla parte rigida vicino alla suola è discreta e migliorata dalla forma della suola, come descritto poche righe più sopra. 
Il controllo e la stabilità sono buoni, ingredienti che non si trovano spesso in scarpe natural non massimaliste, un aspetto che si ritrova spesso in Topo Athletic, quello di coniugare le caratteristiche di ammortizzazione e stabilità delle scarpe tradizionali, con il natural running.

Magnifly 2 Topo Athletic

Magnifly 2 a chi le consiglio

Magnifly 2 è una scarpa per chi ama modelli a drop basso. Per chi è abituato a drop superiori ai 6 mm è un modello da inserire progressivamente, passando da un modello intermedio e inserendo piccole uscite. 

E' importante anche chiarire che la scarpa può influenzare la tecnica di corsa, ma sarebbe meglio il contrario: con un'ottimale tecnica di corsa anche l'utilizzo di scarpe con Drop zero diventa più facile e naturale, come con le scarpe "più tradizionali" la biomeccanica è comunque efficace. 
Variare modelli di scarpe utilizzando diversi drop, correndo nel modo corretto, può avere grossi benefici sulla tecnica di corsa stessa e sulla propriocettività.

Tornado alle Magnifly 2, sono scarpe comode, più ammortizzate che reattive, ma che garantiscono una buona risposta quando si prova a spingere e diventano divertenti. Grazie alla stabilità e all'ammortizzazione, che richiama i modelli tradizionali delle scarpe con drop più alti, le consiglio a chi già apprezza la corsa a drop minimi e vuole un modello affidabile su medie e lunghe distanza.

Per chi si vuole avvicinare al natural running possono essere un modello da inserire progressivamente, grazie all'ammortizzazione e la stabilità garantita. 


TOPO ATHLETIC

Fondata nel 2013 da Tony Post. Tony si è innamorato della corsa gareggiando per la squadra di atletica di Tulsa University. Dopo il college si è trasferito in Massachusetts per continuare a praticare questa disciplina a livello agonistico. Allenamenti e gare erano però ostacolati e pregiudicati da infortuni, sovrallenamenti o calzature inadatte. Non potendosi mantenere esclusivamente grazie al running, Tony ha iniziato a lavorare per un piccolo calzaturificio a conduzione familiare, The Rockport Company, dove in 15 anni alla Rockport Tony ha imparato l’arte calzaturiera

Dopo l’esperienza in Rockport, Tony è diventato Presidente di Vibram USA, dove ha contribuito a far esplodere l’interesse per il movimento naturale consentito da Vibram FiveFingers, un innovativo concetto di calzatura che ha rivoluzionato il settore e creato una nuova categoria di scarpe per il running. Dopo 11 anni in Vibram, Tony si è reso conto che sul mercato mancava ancora una scarpa che consentisse ai runners di sfruttare i vantaggi di una corsa naturale, pur mantenendo alcune delle migliori caratteristiche delle tradizionali calzature per la corsa. 

Nel 2013, Tony, ha fondato Topo Athletic, con l’obiettivo di sviluppare delle calzature che esaltassero e al contempo rispettassero le capacità naturali del piede umano. Non si tratta di un approccio né esclusivamente minimalista né massimalista, ma di offrire una gamma di suole progettate per amplificare i movimenti naturali del running. 

Simone
Runner 451