RECENSIONE DELLE CMP TRAIL MAIA - IN COLLABORAZIONE CON MARCO OLMO -


CMP Trail Maia  Sviluppate con Marco Olmo


Le sto provando da diversi mesi ed è arrivato il momento di fare la recensione delle scarpe da Trail di CMP MAIA.

Il modello in questione è un modello leggero, pesa circa 200 grammi, ed è facile pensare che sia pensato per chi ha un'andatura veloce e agile. Eppure la prima cosa che ho apprezzato è la stabilità. Stabilità data da un'allacciatura omogenea e forte, dalla zona sul calcagno rigida, dalla tomaia in mesh con delle iniezioni laterali in corrispondenza del fianco del piede che ne completano la "guida sicura".




Suola Vibram 


Completano la sicurezza e la stabilità la suola VIBRAM Fast Trail, che, come dice il nome, garantisce velocità e tenuta su diversi tipi di terreni. Provate sul terreni umidi zero problemi. Sul bagnato tiene, ma chiaramente, chi fa trail lo sa, in condizioni più estreme si sceglie un modello con ancora più tenuta. La stessa suola VIBRAM utilizzata è pensata più alla velocità che alla tenuta, come tutta la scarpa.


Le sensazioni di corsa con le CMP TRAIL MAIA


La calzata l'ho trovata tradizionale, che non significa nulla di negativo, anzi quando arriva il momento di spingere è bello avere sensazioni conosciute. La flessibilità della scarpa è buona, non è un guanto, ma come vi ho anticipato prima è una scarpa veloce che non rinuncia alla tenuta.

CONCLUSIONI SULLE CMP TRAIL MAIA

Una scarpa pensata per la velocità nei trail, che però non rinuncia alla stabilità e tenuta. Il drop di 8 mm e la calzata comoda e tradizionale la può far apprezzare ad un vasto pubblico.
Ottima per chi già ha esperienza di trail e cerca un modello veloce per distanze brevi e medie, ma valida anche per chi è esperto, ha una corsa efficiente e punta a buoni risultati anche su distanze fino a 40 km.
Lo zampino di Marco Olmo direi che è una bella garanzia

Simone
Runner 451