LA GUSTOSA PROPOSTA CMP PER LO SPORT

cmp sport


Farina di farro, quinoa e lenticchie...per stare alla grande!

L'alimentazione è uno dei punti fondamentali per noi runner. Le prestazioni, ma anche semplicemente la ricerca del benessere, passano in gran parte da quello che si mangia. Io personalmente seguo un regime alimentare a Zona, in modo morbido, cioè mangio in modo bilanciato tra carboidrati, proteine e grassi, con buon senso. La difficoltà, soprattutto nelle stagioni fredde, è riuscire a diversificare quello che si mangia, prediligendo carboidrati a basso indice glicemico e proteine che non siano sempre di fonte animale. La pasta tradizionale, di semola di grano duro, ha un alto indice glicemico. Sia chiaro non la demonizzo e ogni tanto la mangio (anche quella integrale), ma è innegabile che non è la cosa migliore per chi fa sport (e anche per chi non lo fa).
L'indice glicemico è la rapidità con cui un cibo determina l'aumento della glicemia dopo la sua assunzione. per gli sportivi è meglio, soprattutto prima delle prestazioni e dell'allenamento, scegliere cibi a basso indice glicemico che mantengano bassa la glicemia e l'insulina. In questo modo si favorisce l'uso dei grassi come "carburante" per l'attività sportiva e si riduce (ne è responsabile l'insulina) la trasformazione degli zuccheri in grassi, nonché si rallenta il consumo del glicogeno, trovando un alto beneficio soprattutto per gli sport di endurance. I cibi ad alto indice glicemico sono invece indicati subito dopo l'attività fisica (nei primi sessanta minuti, nella cosiddetta finestra anabolica), insieme ad una fonte proteica di veloce assunzione, perché in questa fase il corpo dirotta ciò che mangiamo tutto al recupero muscolare.
Ho cercato quindi una valida alternativa e dopo alcune tentativi ho trovato una pastoche fa al caso mio. Le penne e le trivelline della linea Fit Taste di Cmp Sport, a base di farina di farro, lenticchie, Quinoa e proteine isolate dai piselli.

La proposta alimentare di CMP SPORT

Ho provato questa novità CMP, perchè tra le lettere del marchio si legge "50 anni di prodotti sportivi e di qualità" e sono certo che quando un brand di questo livello si lancia in un mercato nuovo, lo fa nel modo migliore possibile.

Io seguo la Zona, ma assolutamente anche chi non la segue, ma fa sport o cerca una soluzione equilibrata può trovare nella proposta CMP un valido alleato.

Perchè?

Il carico di proteine giornaliero, facendo riferimento a diversi regimi alimentari, deve essere di 0,83 grammi per kg di peso corporeo fino a 2 grammi per Kg di peso corporeo, in funzione dell'attività fisica svolta. Poter integrare una componente proteica dalla anche nei primi piatti, oltre che una soluzione gustosa, limiterà l'utilizzo di carne e formaggi. Si capisce quindi che unasoluzione  del genere è valido aiuto. Sarà felice chi segue un regime veg o anche chi è intollerante al glutine.



Come sono le penne e le trivelline CMP SPORT

Ma le buone notizie non finiscono qui. Non vi ho ancora detto la cosa più importante. La penne e le trivelline CMP sono buone! Perché c'è chi riesce ad usare il cibo come medicina, che non mangia, si nutre e trova il sapore una cosa superflua.
A me invece piace mangiare, che  nel suo concetto include il piacere del gusto, del sapore, delle cose buone. Questa proposta ha un ottimo sapore e soprattutto, cosa non banale, tiene bene la cottura. 


Tabella nutrizionale penne e trivelline CMP SPORT

Prima di parlare di ricette  finiamo di analizzare l'aspetto nutrizionale. Abbiamo detto fonte alta proteica, assenza di glutine. Il farro è stato scelto in quanto facilmente digeribile, meno calorico di altri tipi di frumento e con un buon apporto di vitamine del gruppo B, le lenticchie invece hanno un elevato apporto di ferro e fosforo, mentre la quinoa è priva di glutine e ricca di aminoacidi essenziali e antiossidanti.
Ultimi due fattori, ma non meno importanti, un'alta componente di fibre e un prodotto che deriva esclusivamente da agricoltura biologica.
Senza dubbio la qualità ha un valore e il cibo in questione non loe troverete nella grande distribuzione e che la ricerca di ingredienti, l'agricoltura biologica, non collocano questa proposta nel settore del "primo prezzo"



Valori nutrizionali medi per 100g

Energia 355kcal
Grassi 2,2g
di cui acidi grassi saturi 0,5 g
Carboidrati 63 g
di cui zuccheri 1,8g
Fibre 5,6g
Proteine 18g
Sale < 0,01g

Le ricette per i runner con penne e trivelline CMP SPORT

Arrivato il momento delle ricette. Ve ne propongo tre, due sportive, una più gustosa, sono ricette approvate Runner 451, cioè che cucino io e per cui nessuno mi hai mai chiesto i danni :-) 

Olio Evo e Parmigiano

Prima di tutto, parlando da sportivo, e amante del sapore della pasta, vi consiglio, e io lo faccio spesso, di mangiarla semplicemente con cucchiaio di olio extra vergine d'oliva di alta qualità e una buona dose di parmigiano grattugiato. Se volete una foglia di basilico per profumare il piatto.


Insalata di pennette tiepida

Ingredienti
Pennette o Trivelline CMP
Tonno Naturale
Pomodorini
Capperi
Noci
Prezzemolo
Olio Evo

A volte, quando ho necessità di fare un piatto unico e completo mi cucino un'insalata di pasta tiepida (di inverno fredda non ci riesco), dove aggiungo 120 grammi di tonno naturale (se volete potete usarlo quello sotto olio, se il tonno naturale non vi piace) che apporta circa 40 grammi di proteine,  un cucchiaio d'olio extravergine d'oliva, 3 noci frantumate, qualche pomodorino tagliato a metà (lo so, sono fuori stagione, ma ci stanno bene), una manciata di capperi sotto sale e un pochino di prezzemolo tritato. 
Ad 1 minuto dalla fine della cottura in una padella metto gli ingredienti a crudo e aggiungo due cucchiai di acqua di cottura per porzione (80 grammi) accedendo la fiamma bassa.
Scolo la pennette 30 secondi prima della fine cottura e la unisco agli ingredienti alla padella mescolando con energia per un minuto. Spenta la fiamma verso il prezzemolo e un filo d'olio. Lascio riposare 10 minuti coperta ed è pronta da mangiare

Pennette Bottarga vongole Pecorino

Ingredienti
Pennette o Trivelline CMP
Bottarga di Muggine o Tonno rigorosamente nostrana
Limone
Vongole
10 grammi di pan grattato
Pecorino
Olio Evo 


Questa è una ricetta sfiziosa, forse meno sportiva, ma gustosa e non pesante. Prima di tutto preparate le vongole, facendo tutto il procedimento di spurgatura e un lavaggio accurato per togliere la sabbia. In una padella versate un filo d'olio EVO, due cucchiai di bottarga, una grattata di limone (occhio solo la parte gialle, di un limone ben lavato) e accesa la fiamma versate le vongole coprite e cucinate qualche minuto a fiamma viva fino a quando le vongole non si aprono, poi spegnete il fuoco e lasciate coperto. Se c'è molto liquido toglietene un pochino, ma lasciandone abbastanza per la cottura successiva.
A quel punto quando la pennette saranno molto al dente (circa 7 minuti), scolate e versate in padella continuando a cucinare a fiamma viva, terminando la cottura della pennette. Ultimata prendere altri due cucchiai di bottarga (per porzione) e una manciata di pecorino grattugiato e un cucchiaio di pan grattato (per i non intolleranti al glutine) mescolando il tutto e lasciando riposare qualche minuto. Ora siete pronti a servire.

Simone 
Runner 451