buzzoole code buzzoole code

DECATHLON CONDIVIVI E TANTE BELLE SORPRESE

#Condivivi è l'operazione lanciata da Decathlon dal 4 al 15 ottobre che dà l'opportunità di testare i prodotti del fitness, di parlare con esperti, di sentirsi protagonisti dello sport.
Decathlon però non si ferma qui, senza abbandonare l'attenzione al prezzo, anzi rilanciando, continua sia nella proposta di soluzioni innovative, che risolvono quei particolari a cui a volte non si pensa nemmeno per quanto originali, che migliorano la vita dello sportivo (per chi corre, ad esempio,  penso alla lampada da fissare sul petto e la cuffia bluetooth), sia nell'evoluzione tecnologica dei prodotti, in cui ad ampie falcate sta portando i propri brand nella corsa, nel ciclismo, nel Nordic e nel trekking ad un livello tecnico interessante. Il punto più positivo è che lo fa coinvolgendo la gente che prova i prodotti, ascoltando la clientela, assolutamente non scontato, a maggior ragione quando si parla di grande distribuzione organizzata.

IL PARADISO DEI BALOCCHI

Il 12 ottobre ho partecipato al Pressaday a Milano e ho avuto modo di fare una chiacchierata con i vari responsabili delle linee sportive, provando le novità e ammirando ciò che ci aspetta per i prossimi anni. Senza dubbio quando mi trovo immerso in un contenitore dove lo sport ti esce dalle orecchie faccio fatica a restare lucido, perchè vorrei fosse casa mia, una stanza dove montare la tenda e il materiale da campeggio, un campetto da basket, l'App a cui collegare i rulli per la bici e pedalare su ogni strada del mondo (quanto mi piacerebbe collegarci un piccolo televisore da 80 pollici in UHD) e soprattutto un percorso dove provare tutto ciò che c'è sulla corsa. La cosa che mi ha sempre colpito di Decathlon non è il fatto che tutti abbiamo almeno un articolo di abbigliamento sportivo della casa francese e nemmeno che se ti serve qualcosa entri in Decathlon e la trovi sicuramente, ma che quando giri tra i suoi scaffali vedi degli oggetti che non sapevi potessero esistere e che rispondono a bisogni che hai sempre avuto, ma su cui avevi messo una pietra sopra.
Vediamo le novità sul running

KIPRUN LD

Le Kiprun LD, con un prezzo che 89,00 Euro è stato portato a 69,00 Euro, vanno incontro alle esigenze del Runner, che cerca ammortizzazione e anche una stabilità progressiva. Un peso intorno ai 330 grammi sono state pensate per chi cerca allenamenti sulla distanza e la protezione prima di tutto. Grazie all'Ammortizzamento K-RING, nuovo componente della suola esclusivo Kalenji, insieme all'inserimento di una schiuma rinforzata sul tallone, un drop di 10mm, una tomaia prottetiva e ben abbracciata al piede, il sistema di stabilità K-only e sistema arkstab, che corregge progressivamente in funzione dell'appoggio, Kiprun LD (nella foto) è un'affidabile compagna, per chi non ha andature importanti e ha una tecnica di corsa tacco-punta.
Per chi cerca prestazioni maggiori c'è la Kiprun SD, 50 grammi mediamente in meno della LD, stesse tecnologie, meno ammortizzazione e maggiore spinta. Una scarpa che potremmo inserire nella vecchia categoria A2. In ultimo, la scarpa più leggera e reattiva, la Kiprun Race, studiata con più schiuma sul davanti per avere una spinta maggiore in uscita di falcata. Vi consiglio di andare a fare un giro e di chiedere di provarle, facendo anche il test sulla corsa


CAPPELLINO RUNNING MUSICA

Quando dicevo che si trovano risposte ad esigenze su cui non si aveva mai pensato, questa è una di quelle. Un cappellino per l'inverno (il suo limite è l'utilizzo estivo) per chi vuole ascoltare la musica in diffusione, senza avere le orecchie tappate (ricordate che è pericoloso!), senza fili (si collega Blutooth), si ricarica con USB e c'è anche la possibilità di inserire nel retro una piccole luce lampeggiante per essere visibili al buio (luce non inclusa).


LUCE RUN RUNLIGHT

Esiste una versione a 100 lumen con batterie sostituibili, io preferisco quella che ha un prezzo leggermente maggiore con 250 lumen e batterie ricaribili, oltre ad avere 3 led lampeggianti sul retro. C'è una piccola visiera che permette al runner di non essere infastidito dalla luce, si ricarica con microusb (incluso il cavo nella confezione) e soprattutto è versatile, dato che la luce si può staccare e ad attaccare, tramite supporto, allo zaino. Le cinture stesse sono riflettenti. Sì da lontano penseranno stia arrivando un ufo quando lo userete per correre nelle freddi notti di inverno, se andrete veloce, sembrerà una cometa, ma soprattutto vedrete e vi farete vedere al 100%


Ci sono tante altre novità, sugli altri sport. Consiglio ai praticanti di Nordic di andare a vedere la nuova collezione, con molte novità tecniche, come agli amanti del trekking grazie alle nuove scarpe suolate Vibram.

Simone
Runner 451