buzzoole code buzzoole code

NORTH FACE LAVAREDO ULTRA TRAIL FABIEN ANTOLINOS ILLUMINA IL TRAGUARDO!

La sera del 23 giugno, il centro di Cortina, Corso Italia, centinaia di lucciole, di lampade frontali, hanno illuminato la partenza della North Face Lavaredo Ultra Trail. Una sfida contro se stessi, con la montagna, capace di abbracciarti, ma anche di fartelo sudare quel calore, che solo le Dolomiti riescono a darti. 120 km, 5.800 metri di dislivello positivo e massimo 30 ore per concluderla. 
Ph credit The North Face Lavaredo Ultra trail
Tra le tante lucciole, quella che al traguardo ha avuto la luce più intensa è stata quella di Fabien Antolinos, atleta francese di 40 anni, arrivato alla corsa solo 9 anni fa, che ha vinto in 12h 32' 34". L'esperienza non è tantissima, ma è colmata sicuramente dalla passione che Fabien mette nella corsa “Mi alleno dalle sette alle 12 uscite settimanali, in base al periodo dell’anno arrivo anche a 35 ore e 150 chilometri la settimana, e poi mettici che spesso mi alleno in bici, scio durante l’inverno e vado in palestra per un po’ di potenziamento – prosegue Fabien – insomma, difficile trovarmi seduto sul divano!”. Fabien, come tanti noi runner, non è un professionista, anche se conduce una vita come se lo fosse, conciliando la quotidianità di una famiglia con moglie e due ragazzi da crescere, e il ruolo di insegnante di educazione fisica nelle scuole medie di Lione.
Solo 9 anni di carriera podistica. "sono arrivato alla corsa un po’ tardi, avevo 31 anni – commenta Fabien – fino ad allora giocavo a calcio e scalavo in montagna: adoro le cascate di ghiaccio”.
Il fisico ben tenuto, sessantatre chili per 1.70 di altezza, e una forte determinazione, porta Fabien a primeggiare ben presto nelle gare lontano dall’asfalto: “Nel 2008 mi iscrivo alla Saintelyon, una storica gara della mia regione che si tiene a dicembre e che unisce i 72 chilometri tra Saint Etienne e Lione, e la vinsi! - sorride mentre lo racconta – e lì ho capito di avere delle discrete potenzialità nel trail running, anche se necessitavo di fare esperienza perché gli ultimi chilometri prima di giungere a Lione ho sofferto di crampi come mai in vita mia”. 

Quella fu la gara che consentì a Fabien di svoltare e affrontare una carriera decennale di top runner nelle prove ultra: “Certamente la LUT rappresenta uno dei miei più prestigiosi successi, ma ci metto anche il quinto posto alla UTMB del 2015 e il settimo alla Madeira Island Ultra Trail”.
Il motore di Fabien si è rivelato una Formula 1 e come le auto di Formula 1 anche Fabien si è gommato Michelin: per la LUT l'atlelta franceseha indossato le Wave Daichi 2 di Mizuno equipaggiate con suola della storica casa francese. Daichi è un termine giapponese che significa “terra”, un nome per la scarpa che garantisce la possibilità di muoversi su tutti i sentieri del mondo. Trazione e stabilità constanti su diversi terreni, in particolare sul fango, sono affidate alla suola Michelin G-Adaptive, ispirata allo pneumatico da mountain bike Cyclocross Mud 2. “La suola ha un design a micro-tasselli con diverse angolature che agevolano l’aderenza su terreni irregolari e mi hanno offerto trazione in tutte le condizioni meteo” commenta Fabien. Inoltre, l’intera suola è segnata da una profonda scanalatura a X, elemento alla base della struttura XtaRide di Mizuno, che permette alla scarpa di adattarsi alle discontinuità del terreno e lavorare in armonia con il corpo di chi la indossa.
“Sono davvero soddisfatto delle mie Mizuno: con questo paio ho corso da aprile circa 400 chilometri in gare anche molto difficili, come quella di Madeira, ma anche sulle Alpi francesi, e le trovo estremamente comode e affidabili – sottolinea Fabien – perché non sai mai esattamente che tipo di terreno trovi in una gara”.
Ringraziamo Fabien e ricordiamo che la gara femminile della LUT è stata sempre a tinte blu bianco rosse, con la vittoria di Caroline Chaverot in  14:05:45.

Di seguito i vincitori dellLe altre competizioni che caratterizzano la manifestazione e il podio della North Face Lavaredo Ultra Trail
Runner451



THE NORTH FACE LAVAREDO ULTRA TRAIL

2017 120 km 5.800 m+
UOMINI
1. Fabien Antolinos (FRA) 12h 32' 34''
2. Seth Swanson (USA) 12h 34' 41''
3. Erik-Sebastian Krogvig (NOR) 13h 09' 21"
DONNE
1. Caroline Chaverot (FRA) 14:05:45 
2. Ruth Charlotte Croft (NZL) 14:51:36 
3. Lisa Borzani (ITA) 15:53:49

CORTINA TRAIL

2017 48 km 2.600 m+
UOMINI
1. Matteo Pigoni (ITA) 4h 28' 52"
2. Enzo Romeri (ITA) 4h 37' 26"
3. Pawel Krawczyk (POL) 4h 42' 31"
DONNE
1. Silvia Serafini (ITA) 5h 24' 56"
2. Francesca Pretto (ITA) 5h 33' 01"
3. Garance Blaut (FRA) 5h 43' 53"

CORTINA SKYRACE

2017 20 km 1.000 m+
UOMINI
1. Eddj Nani (ITA) 1h 37' 22"
2. Erick Perrin (FRA) 1h 45' 54"
3. Sepulchre Guillaume (BEL) 1h 46' 06"
DONNE
1. Mara Yamauchi (GBR) 2h 02' 04"
2. Lalevée Chloé (FRA) 2h 02' 57"
3. Giulia Scardoni (ITA) 2h 11' 01"

fonti: ufficio stampa LDL COMunicazione e www.ultratrail.it