buzzoole code buzzoole code

LE STORIE DEI RUNNER 451: NICOLA

A settembre 2016 abbiamo scritto l'articolo qui di seguito, in cui Nicola ci racconta la sua esperienza con la corsa e con Runner451. Oggi diamo un aggiornamento, perchè come avevo previsto alla fine dell'articolo Nicola è sceso sotto 1h35" sulla mezzamaratona. Il merito è soprattutto il suo, perchè è stato bravissimo ad unire passione e metodo, coniugando tutti gli impegni di lavoro e famigliari. Ora Nicola sta preparando un Triathlon sempre con noi, anche perchè a volte fa bene staccare e cambiare obiettivo.
Qui sotto vedete i miglioramenti di Nicola, di seguito potete leggere le sue parole di qualche mese fa. Questi risultati sono ancora più validi considerando che nel 2016 Nicola si è dedicato alle Maratone

  • MAGGIO 2016       Ecomaratona in 4h11'
  • NOVEMBRE 2016 Maratona di Firenze in 3h46' (leggendo l'articolo lo avevamo previsto)






Secondo appuntamento in cui raccontiamo di chi corre con Runner 451. Veri Runner, che sono per primo persone con un lavoro, una famiglia, impegni e che non rinunciano alla grande passione della corsa. Non è facile, ma per questo è ancora più bello. La parola a Nicola




Sono Nicola, sono del 1979, sposato con un figlio, sono un agente assicurativo, le mie passioni sono la musica, la cucina..... e la CORSA.

A dire il vero la passione per la corsa non è stato amore a prima "vista", ho usato spesso la corsa per dimagrire nei momenti in cui non facevo un'attività sportiva continuativa come sono state la pallavolo prima e la palestra dopo. Poi un giorno è scattato qualcosa, avevo voglia di correre più veloce e per più tempo, mi mettevo gli auricolari e partivo, che fosse caldo o freddo non importava, mi bastava prendere e andare.

Un giorno ho letto un articolo in cui l'autore diceva "...la corsa non mi ha mai deluso...!", è esattamente così! Quel tempo passato a sudare era il MIO momento, non solo, dopo qualche tempo anche la musica era superflua, avevo bisogno di ascoltare il mio respiro.

L'unico problema è che venendo da sport completamente diversi non avevo la benchè minima idea di cosa volesse dire migliorare consapevolmente, quindi fare sempre più kilometri senza un metodo voleva dire fare meglio....non era così.

Un giorno Gianluca Rambaldi, grande atleta, mi fa conoscere Runner451 e capisco che quello che stavo facendo con tutta probabilità non era la strada giusta per migliorare, il mio obiettivo era diventato correre un giorno una maratona....ma quando? R451, che ormai mi segue da quasi due anni, mi ha fatto conoscere la fatica delle ripetute e la gioia della velocità.

Insieme abbiamo concordato obiettivi raggiungibili ma ambiziosi, sempre di più fino ad arrivare alla mia prima Maratona fatta a maggio con immensa soddisfazione.

Non è stato semplice, all'inizio mi infortunavo spesso, ricordo come fosse ieri una pubalgia che non mi faceva fare le scale, soffrivo spesso di infortuni, non mi capacitavo di questo, quando hai voglia di correre e non puoi è davvero frustrante, Simone però mi ha dato un metodo e programmi anche nelle fasi di recupero e ora posso dire, facedo gli scongiuri del caso, che il mio corpo ha capito che deve correre e oramai è da più di un anno che non ci sono intoppi.

La cosa più bella è che ogni settimana è diversa quindi non c'è la monotonia di fare sempre lo stesso programma, io sento di aver bisogno di questo perchè riesco ad organizzarmi in funzione degli allenamenti, se dovessi, come è successo all'inizio, organizzarmi le uscite o farei troppo o troppo poco.

Ricordo quando ho incominciato con R451 avevo un andatura da bradipo, ora non sono certamente un fulmine, ma sono soddisfatto di quanto fatto insieme fino ad oggi, alle prime podistiche vedevo le persone all'arrivo che stavano già tornando alla macchina col pacco gara, ora magari ancora gli vedo le spalle ma il paco gara non lo hanno ancora ritirato!
E non è finita qui!

I miei obiettivi sono ambiziosi ma perchè non esserlo visto la corsa non ti delude mai.


Grazie Runner 451




Nicola, dopo un periodo di infortuni, ha fatto miglioramenti incredibili. Passare da un ritmo di 6' ad un ritmo vicino ai 4'30" sui 10 km non è per nulla scontato, considerati i diversi infortuni iniziali dati anche dall'entusiasmo del runner neofita che porta a fare errori di inesperienza. Dopo un periodo di cura e potenziamento Nicola è riuscito ad allenarsi al meglio.
Sulla mezza e sulla Maratona (prossimo obiettivo Firenze 2016) ha ampi margini di miglioramento, se non incontriamo problemi credo che Firenze potrà essere fatta intorno ai 3h45', considerando anche che Cervia, l'ECOMARATONA, non era un percorso veloce.
Sulla mezza Nicola può (parliamo della prossima primavera) scendere sotto 1h35' e sui 10 km intorno ai 42'
Bravo Nicola!

R451