buzzoole code buzzoole code

TORINO 2014:L'INCREDIBILE "RUTTO FINALE"



Si lo so, potevo scegliere un titolo diverso e non cadere in tentazione. Però il finale dell'atleta Kenyota è stato  troppo entusiasmante e permettetemi il gioco di parole.  Come un finale di un 5000 metri, o anche di un 400. Il merito è anche del secondo arrivato, sempre del Kenya, Ngeno. Che tra ngenio e ngenuo ha scelto la seconda opzione. Ok basta giochi di parole. Davvero un finale incredibile. Partiamo dal 40°. Appaiati affiancando i portici torinesi ad un ritmo importante. Ngeno sembra più sul pezzo, tutti e due con il fiato tirato, ma Rutto sembra avere una corsa un po' più scomposta. Arrivano così sino al cartello dell'ultimo km, Ngeno prova ad allungare e Rutto sembra andare in difficoltà, poi Rutto contrattacca, iniziando una volata forse troppo presto, e Ngeno tiene la corda. Ngeno viene fuori di nuovo e allunga. Qui  Rutto sembra non farcela più, si tocca il bicipite femorale della gamba destra e , con una smorfia di dolore, alza il braccio destro come a chiedere aiuto. Si tocca un'altra volta e intanto Ngeno allunga. L'impressione che Rutto sia partito troppo presto per la volata e non ne abbia più. Ngeno ha atteso il momento giusto, ha risposto e sta andando a vincere. Ngeno sa che vincerà, a circa 100mt dall'arrivo, con una decina di metri di vantaggio, inizia ad esultare verso il pubblico. Rutto ancora soffre, anzi no, colpo di scena: riparte di nuovo, una seconda incredibile volata, affianca Ngeno, che ormai sta decellerando pregustando il gradino più alto, anche se in realtà proprio piano non va. È Rutto che, non so se per furbizia o fame di vincere, viene fuori, lo sorpassa e taglia il traguardo primo in 2h10'00". Ngeno secondo a 2". Incredibile il finale di Rutto. Davvero complimenti, uno dei finali più divertenti che abbia mai visto.Per inciso, Samuel Rutto era al debutto sui 42 km.
Lalli quinto, bravo. Anna Incerti seconda e Deborah Toniolo terzo. Ancora una volta l'Italia rosa detta legge rispetto ai maschietti.
R451